Comuni

Riscaldamento rotto, bimbi al gelo: ad Assemini asilo comunale chiuso dopo le proteste

asilo-ok

 

 

ASSEMINI. I bambini dell'asilo comunale di Assemini hanno vissuto al gelo per un mese e mezzo.  Le proteste dei genitori sono state continue. Ma, a quanto pare, non c'è una soluzione immediata. Così la sindaca Sabrina Licheri ha emesso un'ordinanza di chiusura della struttura perché, spiega, "nessuna temporanea soluzione valutata e testata si è rivelata in grado di migliorare le condizione microclimatiche interne". 

📌AVVISO IMPORTANTE Mi spiace comunicare di aver emesso ordinanza di chiusura dell’Asilo Nido comunale fino al 31...

Pubblicato da Sabrina Licheri - Sindaca di Assemini su Mercoledì 24 marzo 2021

Una decisione che arriva dopo che mamme e papà hanno denunciato una situazione diventata insostenibile. "In un momento storico come questo di emergenza mondiale, ove ammalarsi comporta una serie di gravi rischi e notevoli disagi, continuiamo e continueremo a chiederci e chiederci come sia possibile mettere a rischio, per così tanto tempo dei bimbi così piccoli, che vista la tenera età hanno bisogno di essere cambiati e quindi spogliati spesso, si buttano a terra. È da diverso tempo che quando li andiamo a prendere li troviamo tremolanti, ghiacciati e cagionevoli; speranzosi in un tempestivo intervento di manutenzione. Son trascorsi quasi 2mesi e le temperature esterne e interne non accennano a salire": questo scrivevano prima della decisione del Comune. 

"Adesso", sottolinea Roberta Agnesa, mamma, "se questa chiusura serve per aggiustare il riscaldamento, bene. Confidiamo che questi giorni siano risolutivi e che non ci troviamo solo di fronte a un tentativo di rinviare il problema nella speranza che le temperature salgano".