In Sardegna

"Vai a Montecarlo": il consigliere regionale sardo sbaglia Fini. La Lega: "Poveri corsi"

Massimo-Fini-Eugenio-Lai

 

 

CAGLIARI. "Puoi sempre continuare a frequentare  Montecarlo". Doveva essere un colpo di stiletto, si è trasformata in un boomerang l'affermazione del consigliere regionale di Leu Eugenio Lai contro Fini, colui che col suo articolo uscito oggi su Il Fatto Quotidiano ha fatto imbestialire mezza Sardegna (QUI LA NOTIZIA). Fini, all'anagrafe Massimo, saggista e giornalista. Non Gianfranco, ex leader di Alleanza nazionale che qualche problema ha avuto a Montecarlo a causa del cognato Tulliani. Lai li confonde, spara. E poi cancella il post, dopo che qualcuno gli fa notare l'errore. 

Chi, invece, replica al Fini giusto è il capogruppo della Lega in consiglio regionale Dario Giagoni: "Questo astio condito di stereotipi ormai superati non è certo degno di chi dovrebbe metter al centro del proprio interesse la corretta informazione, a meno che non vi sia una sottostante incapacità di lettura e comprensione del testo", attacca l'esponente del Carroccio, "Nessuno ha mai detto di non voler accogliere i nostri amici Lombardi, con i quali abbiamo ottimi rapporti da anni. Nelle sue esternazioni infelici il giornalista si è infatti dimenticato (volutamente?) di dire che la Sardegna ha sempre spalancato le sue braccia nei confronti di chiunque volesse visitarla con rispetto e voglia di scoprire il suo essere più profondo. Fini si senta pur libero di preferire differenti mete: ci sia concesso un abbraccio di conforto ai fratelli corsi che dovranno subire turisti di questo calibro". 

Ci dispiace per i nostri fratelli corsi che dovranno sopportare simili turisti... 🤦🏼 Dalla torre di avvistamento dei...

Pubblicato da Dario Giagoni su Sabato 30 maggio 2020