Culture

Boom di ascolti per Lolita Lobosco, con il sardo (prestato al barese) Jacopo Cullin

Cullin

 

 

CAGLIARI. Ha fatto il boom di ascolti "Le indagini di Lolita Lobosco", la nuova fiction di Rai Uno ambientata a Bari con la protagonista Luisa Ranieri e l'attore cagliaritano Jacopo Cullin, che si è dovuto prodigare con un insolito (per lui) accento barese, nei panni di Lello Esposito, agente - di un gruppo di soli uomini - al servizio della vicequestore tornata nella città natia dopo un periodo trascorso al nord. 

Ma come si fa a ringraziarvi tutti? 7,5 milioni di telespettatori!!! 😅 Che meraviglia!! Grazie di cuore ❤️ Foto del bravissimo 📸@gianmarcochieregato #lolitalobosco #esposito #lelloesposito

Pubblicato da Jacopo Cullin su Lunedì 22 febbraio 2021

 La prima puntata ha fatto registrare 7.535.000 spettatori (share 31.8%). Ha travolto la concorrenza di "Live Non è la D’Urso" con soli 2.022.000 spettatori (share 12.2%).

Come succede quando le fiction hanno un carattere così fortemente locale, nella città pugliese non sono mancate le polemiche per il ricorso ad attori che avrebbero "forzato" e "macchiattizzato" l'accento. I social zono imazziti in zona. Tanto che è dovuto scendere in campo il sindaco Antonio Decaro che invita, con un post, a badare ad altri aspetti:  “Anche io, insieme a tanti milioni di italiani, stasera sto guardando su Rai1 le immagini della nostra città nella fiction “Le indagini di Lolita Lobosco”. E sono orgoglioso. Bari è bellissima anche in tv”.