Culture

Cagliari, una settimana ricca di appuntamenti al teatro Massimo

tango-glaciale0228

CAGLIARI. Un approccio lucido a temi seri, un gioco con la gravità dei quesiti esistenziali: prosegue Les thermes, installazione nell’orbita del progetto France Distraction che, da domenica 7 ottobre, abita la sala M3 del Teatro Massimo. Si tratta di una piscina, colma di ben 23.000 palline di plastica nere. Su ciascuna di esse compare una frase tratta dalla filosofia stoica, come ad esempio: Sottraiti, Abbandona la vita meschina, Guarda le cose del mondo come da un monte, Non essere cattivo per troppa bontà.

Ogni pomeriggio, sino all’11 ottobre alle ore 18 la professoressa di filosofia Nora Racugno accompagnerà gli astanti di questa spa del pensiero, attraverso un percorso di riflessione, interrogativi e discussione.

Giovedì 11 ottobre, alle ore 17.30 ci sarà l’inaugurazione di Baranta, reportage audiovisivo a cura di Cristina Maccioni, che ripercorre l’avventura della nascita del teatro in Sardegna. Le interviste saranno accompagnate da una mostra fotografica a cura di Micaela Deiana, sino al 21 dicembre nello spazio di MGallery, al Teatro Massimo.

Prosegue il festival 10Nodi con due lavori programmati grazie alla collaborazione tra Autunno Danza, festival Tuttestorie e Sardegna Teatro: Le tour du monde des danses urbaines en 10 villes di Ana Pi, Cecilia Bengolea eFrançois Chaignaud e Desìr Mimetique di Jacopo Jenna.

Giovedì 11 ottobre, alle ore 21 e venerdì 12 alle 9.30 e 11.30, al Teatro Massimo la danzatrice brasiliana Ana Pi con una performance in cui racconterà una costellazione di danze urbane che attraversano il mondo, con l’obiettivo di ampliare la percezione comune delle danze di strada. Questa conferenza danzata offrirà una panoramica su una selezione di danze di strada: il Krumoin a Los Angeles, il Dancehall reggae a Kingston, il Pantsula a Johannesburg o il Voguing a New York...Per ciascuna di esse viene evocato il contesto geografico, sociale e culturale e le caratteristiche proprio del movimento, della postura del corpo, dei modi di praticarla (battle, discoteca, in gruppo, etc..), nonché gli stili musicali e i modi vestire.

Jacopo Jenna condurrà Desìr Mimetique, un laboratorio alla scuola elementare di via Stoccolma, che culminerà venerdì 12 ottobre, alle ore 19 con un esito scenico al Teatro Massimo e una conversazione con la maestra Laura Mereu eMomi Falchi, direttrice del festival Autunno Danza. Il focus della ricerca sarà intorno al concetto di desiderio mimetico elaborato da René Girard e i bambini saranno invogliati a imitare alcuni pezzi che hanno impresso la storia della danza.

Grazie alla collaborazione tra Autunno Danza e Sardegna Teatro, in data 13 e 14 ottobre – rispettivamente alle ore 21 e 19 - si potrà assistere al Teatro Massimo a Tango Glaciale Reloaded nuovo allestimento dello spettacolo TangoGlaciale di Mario Martone che racconta l'attraversamento di una casa da parte dei suoi tre abitanti. Dal salotto alla cucina, dal tetto al giardino, dalla piscina al bagno: un'avventura domestica che continuamente si trasforma, proiettandosi nel tempo e nello spazio. La meccanica visiva dello spettacolo è composta da un sistema di architetture di luce, realizzato grazie al montaggio di filmati e diapositive, che permette allo spettacolo di svolgersi in dodici ambienti per dodici diverse scenografie, durante un'ora, alla media di un cambio di scena ogni cinque minuti.

Durante il pomeriggio del 14 ottobre, alle ore 17.30, nella sala M3 ci sarà Lo spazio delle relazioni, una performance condotta da Sonenalé in cui dieci persone di diverse età e provenienza, selezionate ad hoc, indagano lo spazio tra i corpi e la sua densità emotiva nelle relazioni umane.

Copyright © 2018 YouTG.NET. Tutti i diritti riservati.