Sport

Internazionali di tennis, al via le pre-qualificazioni sui campi di Monte Urpinu

open-tennis-cagliari

CAGLIARI. Passa da Cagliari il sogno di giocare agli Internazionali d’Italia di tennis di Roma. Domani mattina, domenica 31 marzo, sui campi del Tennis club di Monte Urpinu cominciano le pre-qualificazioni degli Internazionali Open Bnl d’Italia che determineranno le wild card che saranno assegnate per la 76esima edizione del Foro Italico di Roma, in programma dal 6 al 19 maggio 2019. Il torneo andrà avanti fino a sabato 13 aprile e assegnerà i pass per accedere al tabellone di pre-qualificazione. 

Il Tc Cagliari torna a ospitare l’Open Bnl per la terza volta grazie alla Federtennis che, per la Sardegna, ha nuovamente riconosciuto al circolo cagliaritano guidato dal presidente Giuseppe Macciotta questa opportunità. “Si rinnova un prestigioso appuntamento e anche quest’anno ci sarà una platea di tennisti di primo piano, con un livello tecnico e spettacolare di prestigio. Ci aspettiamo una risposta entusiastica da parte degli appassionati. Approfitto di questa occasione per annunciare che il Tc Cagliari ha ottenuto dalla Federazione il via libera per riorganizzare a settembre i campionati Assoluti di Seconda categoria ”, ha detto il presidente Macciotta alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione.

Da domani, quindi, saranno due settimane di tennis di alto livello. Gli organizzatori si attendono oltre 200 iscritti (possono partecipare esclusivamente giocatori di Prima, Seconda e Terza categoria) tra singolare maschile, femminile e doppio maschile e femminile. Chiuse venerdì 29 marzo le iscrizioni per i giocatori di Terza categoria, i tennisti di Prima e Seconda categoria hanno tempo per iscriversi fino a mercoledì 3 aprile. Sui campi in terra rossa di Monte Urpinu scenderanno alcuni dei tennisti italiani di Seconda categoria più forti in questo momento, come Alessandro Petrone (oggi impegnato in semifinale al torneo del Forte Village) e Alessandro Cepellini. Ricchissima la pattuglia dei sardi: in campo maschile, dopo due stagioni, torna a giocare in singolare Stefano Mocci (oggi 3.1), il tennista sardo più forte degli ultimi 25 anni. Con lui ci saranno anche il baby talento Nicola Porcu (Tc Cagliari), Marco Dessì (Lapisana Roma), Michele Fois (Tc Alghero). Non ci saranno, invece, gli ex campioni sardi Manuel Mazzella (oggi vive a Lugano dove fa il maestro di tennis) né Gino Asara (maestro al Tc Calangianus). Tra le donne, ancora in forse la partecipazione di Anna Floris, ci saranno sicuramente Barbara Dessolis, Maria Teresa Carlini ed Elisa Puggioni. I vincitori dei singolari e dei doppi voleranno a Roma.

“Contemporaneamente al torneo di Cagliari si giocheranno altri sei Open-Bnl in tutta Italia e questo potrà influire sul numero finale degli iscritti”, ha detto Lillo Palmieri, direttore del circolo di Monte Urpinu. “A ogni modo, con la partecipazione dei tennisti sardi e di tutti gli altri che si iscriveranno siamo certi che anche quest’anno sarà un grande spettacolo”. “Dopo i tornei del Forte Village, l’Open Bnl”, che ha un montepremi di 24mila euro, “è il torneo più importante che si gioca in Sardegna”, ha detto Antonello Montaldo, presidente del comitato regionale della Federtennis. “Questo torneo rappresenta un’opportunità per tutti i tennisti isolani”. 

La Federtennis ha fissato alcune novità rispetto all’edizione del 2018: i vincitori dei tabelloni di Quarta categoria e di Terza, per esempio, saranno ammessi a partecipare a un torneo finale a Roma, gli “Internazionali di Quarta e Terza categoria”. “L’Open Bnl è un’altra scommessa vinta del presidente della Federtennis Angelo Binaghi che anche con questi tornei permette al movimento di crescere”, spiega Gianfranco Fara, presidente regionale del Coni, “la manifestazione, infatti, rappresenta una vetrina per i nostri tennisti e dà l’opportunità a tutti i tennisti di coltivare il sogno di giocare al Foro Italico”.

Copyright © 2018 YouTG.NET. Tutti i diritti riservati.