Culture

Una piccola pintadera emerge dagli scavi al nuraghe Palmavera

pintadera

ALGHERO. Un'altra rarità è stata portata alla luce nella campagna di scavi al nuraghe Palmavera di Alghero, un sito che già aveva rivelato la presenza di una terza torre. Si tratta di una piccola e splendida pintadera in terracotta, datata fra la fine dell’Età del Bronzo e l’Età del Ferro, utilizzate per la decorazione dei “pani rituali” offerti alla divinità.

"La dimostrazione dell’usanza di offrire in dono alla divinità il pane decorato - è scritto nella pagina facebook della Soprintendenza di Sassari e Nuoro - è testimoniata in Sardegna dai numerosi bronzetti di “offerenti”, realizzati nella medesima epoca delle pintaderas. La decorazione tipica di questi manufatti è di tipo geometrico". In particolare si ritrovano "cerchi e motivi a spirale o a zigzag ampiamente rappresentati sulle ceramiche coeve e più in generale sui manufatti di età del ferro, basti ricordare gli occhi circolari, i dettagli a zigzag dei bordi dei guantoni, e le decorazioni degli scudi delle statue di Mont’e Prama".

L’esemplare venuto alla luce a Palmavera" presenta una decorazione a cerchi concentrici riempiti da tratteggi trasversali: il reperto non è purtroppo integro, manca infatti quasi completamente il cerchio più esterno, che poteva ripetere il medesimo motivo oppure presentare una variante".

Copyright © 2018 YouTG.NET. Tutti i diritti riservati.