Arrestati-CC-Quartu-totale

CAGLIARI. Un'indagine lunga più di un anno, tra Quartu e dintorni, arrivata anche in Spagna. Da lì arrivavano i carichi di droga che alimentavano un giro d'affari sporchi del valore di circa 2 milioni di euro. Sono cinque gli arrestati nel corso dell’operazione “Sacro e Profano” dei carabinieri di Cagliari e di Sassari e Torino, tutti accusati di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti.

I carabinieri del comando provinciale di Cagliari, in collaborazione con i colleghi di Sassari e Torino, hanno scoperto il giro di stupefacenti che, in partenza da Barcellona passava per Torino e poi arrivava direttamente nel sud Sardegna. Un torinese, Raffaele Giordano -in manette - aveva contatti con i fornitori spagnoli. Ma i referenti sardi erano Fabrizio Serra, 47 anni, e Efisio Mattana, 50 anni, entrambi di Quartu.  Tra il 2014 e il 2015 erano già state arrestate circa 16 persone.  I carabinieri, nel corso di un blitz risalente a luglio scorso, avevano sequestrato complessivamente 278 chili di hashish e 2.7  di marijuana.