mazza-carabinieri

CAGLIARI. Ha sfondato con una mazza la porta di ingresso di un’abitazione di Elmas, salvo accorgersi subito dopo di aver sbagliato, visto che il suo reale obiettivo era l’appartamento accanto. Giulio Arca, cagliaritano di 61 anni, è stato arrestato ieri dai carabinieri di Sant’Avendrace con l’accusa di atti persecutori, danneggiamento, lesioni personali tentate e porto di armi e oggetti atti a offendere. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, intorno alle tre di notte ha sfondato la porta di ingresso di un operaio di Elmas, pensando fosse l’appartamento di un impiegato, anche lui di Elmas, suo reale obiettivo. Dopo essersi reso conto dell’errore, Arca ha danneggiato anche la porta “giusta”, tentando poi di colpire la vittima con un coltello a serramanico di 30 centimetri. Sul posto sono arrivati i carabinieri, che hanno bloccato l’uomo prima di disarmarlo e arrestarlo, per poi accompagnarlo nelle camere di sicurezza del comando di via Nuoro in attesa del processo per direttissima. (foto d'archivio)