CAGLIARI. "Il sultano dell'Oman si era proposto per finanziare  la moschea a Cagliari. Io parlai con i rappresentanti della comunità islamica, con loro si erano proposti dei personaggi poco raccomandabili per la progettazione. Ora so che hanno trovato uno spazio nel centro storico". Il sindaco Massimo Zedda lo dice agli studenti dell'Azuni che lo ascoltano a palazzo Regio durante un incontro convocato per parlare di immigrazione. La posizione del primo cittadino di Cagliari è chiara: "Gli immigrati giovani aiutano il nostro Paese". L'incontro è stato anche l'occasione per smontare il luogo comune dei numeri di quella che certa narrazione politica presenta come una "invasione". E il sindaco ha sottolineato: "Gli attentati? Commessi da europei".