Francesca-citi-carabinieri

LIVORNO. Uccisa a coltellate dall'ex marito già condannato per stalking, che poi si è suicidato. È morta così Francesca Citi, 45 anni, madre di due bambini: ammazzata da Massimiliano Bagnoni, anche lui di 45 anni, col quale non stava più da tempo. L'uomo l'ha raggiunta nello studio dentistico nel quale lavorava come assistente, al centro di Livorno. Lui le ha chiesto un appuntamento, che è stato fissato nello studio oggi chiuso per turno. Quando Francesca ha aperto la porta i due hanno discusso, poi Bagnoli ha estratto un coltello e l'ha colpita una decina di volte. Subito dopo si è rinchiuso in bagno e si è tagliato la gola. A trovare i corpi l'ultimo compagno della Citi, che non ricevendo risposta alle sue chiamate è corso sul posto.