patrizio-iacono

PISA. Ha sparato all'impazzata davanti a un bar e poi è fuggito in auto. È stato arrestato in tarda serata Patrizio Giovanni Iacono, 21enne di Alghero, che questa mattina, nella periferia di Pisa, intorno alle 11 e 30, ha scatenato la sua furia di fronte al bar Tirreno di via Michelangelo, nel quartiere Cep: quattro feriti, di cui tre italiani e un tunisino. E non era la prima volta. Appena un anno fa Iacono si era reso protagonista di un altro fatto di cronaca, ad Alghero: in poco più di quarantotto ore aveva recapitato una testa d’asino e alcune cartucce davanti a una elegante palazzina di via Kennedy e poi, in pieno centro storico, aveva sparato a un ragazzo poco più grande di lui. Il giovane, allora ventenne, era stato arrestato per minacce aggravate, detenzione al porto illegale di pistola e imputato per la morte dell’animale fatto recapitare in pieno stile mafioso. Era in fuga dopo aver sparato nuovamente, stavolta all'impazzata contro i clienti di un bar di Pisa (dove attualmente risiede). La questura di Pisa ha diramato la ricerca per una Mercedes, l'auto in cui probabilmente è fuggito Iacono. Che si era nascosto al Cep, rione nel quale vive con la madre: per lui dopo le intimidazioni dell'anno scorso era scattato il divieto di dimora ad Alghero.