BARCELLONA. Destituito il presidente catalano Carles Puigdemont. Con lui anche i membri del suo governo e il Parlamento di Barcellona è stato sciolto. Le prime, ma non ultimem misure adottate dal governo spagnolo guidato da Mariano Rajoy dopo la dichiarazione d'indipendenza votata dalla Generalitat della Catalogna.  "Ho sciolto il parlamento catalano e il 21 dicembre si celebraranno elezioni nella comunità autonoma. Bisogna dare il voto ai catalani", ha detto Rajoy, "sono le vere urne che hanno la parola. Bisogna tornare quanto prima alla vita sociale normale in Catalogna".

La diretta con i commenti 

IL VOTO NEL POMERIGGIO. Settanta voti a favore, 10 contrari e due schede bianche. Il parlamento catalano ha votato per l'indipendenza. Immediata la reazione del primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, su twitter: "Chiedo tranquillità a tutti gli spagnoli, lo Stato di diritto ristabilirà la legalità". Il presidente catalano Carles Puigdemont rischia una incriminazione per ribellione.