Iene-Di-Maio

ROMA. Sale a quattordici il numero degli inadempienti del M5S. A rivelarlo - con un lieve anticipo rispetto alla pubblicazione della terza parte dell’inchiesta a cura delle Iene che ha dato il via alla vicenda rimborsi - è lo stesso Blog delle stelle. Otto i parlamentari espulsi: Della Valle, Pisano, Buccarella, Martelli, Bulgarelli, Cecconi, Benedetti, Cozzolino. Stessa sorte per il consigliere regionale emiliano Gianluca Sassi. Espulso anche il deputato di Bitonto Francesco Cariello, mentre la collega romagnola Giulia Sarti si è autosospesa. Quattro i casi definiti “minori”: i tre deputati Federica Dieni, Emanuele Scagliusi, e Barbara Lezzi e la consigliera regionale emiliana Silvia Piccinini. Per Barbara Lezzi - si legge sul blog - si registra “un bonifico mancato di circa 3500 euro (-2,5 per cento) immediatamente sanato”: in accordo col Movimento, la senatrice salentina “verserà tre mensilità di restituzione in più al fondo per il microcredito come penale per l’errore fatto”.

iphone-telugu-bug

CAGLIARI. C'è una nuova minaccia che incombe sui possessori di iPhone e Mac. Si presenta sotto forma di un elegante quanto misterioso carattere di una lingua parlata in India, la telugu, seconda per diffusione dopo l'hindi. Una volta ricevuto con un messaggio o visualizzato in formato testuale, questo simbolo potrebbe creare seri problemi all'utilizzo dello smartphone o del pc "infettato": l’applicazione va in crash e non si riesce a ripristinarne la funzionalità neanche con il più classico dei rimedi, lo "spegni e riaccendi". Il bug è stato scoperto all'inizio di febbraio e sembra che colpisca gli iPhone con sistema operativo iOS 11.2.5. Apple ha promesso che il problema sarà risolto con il prossimo aggiornamento, iOS 11.3.

PALERMO. Una corsa folle sull'asfalto, forse un allenamento in vista di una corsa clandestina, è finita con lo schianto contro un palo per cavallo e fantino. Il video gira sui social: il fatto sarebbe avvenuto due giorni fa, nel quartiere Zen di Palermo, in via Sandro Pertini. 

 

CAGLIARI. "Avevo la sensazione di morire in quel momento". I terribili istanti vissuti da Roberto Zanda durante la Yukon Arctic Ultra sono ripercorsi dalla tv canadese Cbc. Il runner cagliaritano, ancora ricoverato all'ospedale di Whitehorse in Canada, racconta la sua paura e i momenti interminabili in attesa dei soccorsi. Mani e piedi in stato di congelamento e ancora sofferente, Zanda stava partecipando alla maratona in solitaria sulla neve, dove il termometro scende anche a -50 gradi. L'ipotesi che entrambi gli arti, gravemente compromessi, potrebbero essere amputati purtroppo non è ancora scongiurata. Eppure l'ironman sardo sembra non avere intenzione di fermarsi: "Non mi sono pentito di aver partecipato a questa gara. Continuerò a competere per eventi estremi". 

polizia-di-stato-

ROMA. Non poteva sopportare che la compagna l'avesse lasciato, così ha deciso di prendere un volo da Cagliari per Roma e si è presentato alla porta di casa dell'ex per incendiarla. È successo questa mattina a Roma, nel quartiere Prenestino: protagonista un 62enne di Cagliari, che - dopo il fatto - è stato bloccato dalla polizia all'aeroporto di Fiumicino, mentre stava per imbarcarsi su un volo diretto per l'Isola.

L'uomo aveva chiesto alla sua ex compagna di poter entrare in casa, ma lei si sarebbe rifiutata: così, dopo averla minacciata, si sarebbe allontanato per pochi minuti e sarebbe poi tornato nell'appartamento, appiccando il fuoco con un'intera tanica di benzina svuotata sulla porta. Dalle prime ricostruzioni, sembrerebbe che il cagliaritano fosse già stato denunciato in passato per maltrattamenti da un'altra sua compagna. Ora dovrà rispondere per i reati di incendio doloso e minacce.